La Phytoremediation di Wild Tee

La Phytoremediation di Wild Tee

Continua la collaborazione tra Selva Urbana e Wild Tee che, per il secondo anno consecutivo, costruiscono insieme una foresta a Milano. Il 27 ottobre 2018, nonostante le condizioni meteo avverse gli attivisti ambientali di Selva Urbana insieme al Sindaco, all’Assessore e ad alcuni bambini del territorio, si sono riuniti per dare respiro e vita ad un’area abbandonata. L’area, posizionata in un contesto semi-industriali, è stata selezionata da Selva Urbana per le sue caratteristiche otre che per il contesto tipicamente padano.
Le foreste dell’associazione continuano a crescere raggiungendo al termine del 2018 quota 1.300 alberi capaci di trasformare il contesto metropolitano in una giungla urbana. Il progetto di piantumazione partecipata tenutosi il 27 ottobre 2018 è stato realizzato grazie al contributo di Wild Tee (azienda italiana di trail running parte del gruppo di aziende internazionali che compongono 1% for the planet ) che per il secondo anno consecutivo ha creduto nella mission e negli attivisti di Selva Urbana.
WildTee nasce infatti sui sentieri di montagna dove, il suo fondatore Filippo Canetta, corre. È allora proprio dalla voglia di riportare la natura nelle città che si crea il cordone ombelicale che lega dal 2017 l’azienda con Selva Urbana.
È solo il 27 ottobre 2018 però che si realizza materialmente lo sforzo di entrambi. In quella data arrivano sul territorio di Vignate (comune alle porte di Milano), accolti da 30 volontari riuniti appositamente per l’evento, 120 alberi forestali. L’entusiasmo fa subito posto alle vanghe e ai picconi che, imbracciati dai volontari, iniziano a bucare il terreno bagnato e morbido per creare la futura casa degli alberi. Le piante scelte sapranno dare vita, negli anni, ad un nuovo ecosistema oltre ad essere luogo di rifugio e ristoro per gli animali. La foresta avrà un’ulteriore valore aggiunto, sarà infatti in grado nel tempo di depurare il terreno dai metalli pesanti e dalle impurità prodotte dall’attività antropica. Selva Urbana e WildTee si aspettano quindi che la foresta del 2018 non sia solo un complemento di arredo cittadino ma anche uno strumento efficace per la riduzione degli inquinanti e il miglioramento della vita.
Nasce quindi la foresta della Fitoremediation.

Lascia una risposta